5 frasi sconcertanti di Diogene di Sinope, il cinico

5 frasi sconcertanti di Diogene di Sinope, il cinico

Le frasi di Diogene di Sinope, il cinico, ci parlano di uno dei più onesti filosofi di tutti i tempi. Vale a dire qualcuno che ha un vero desiderio di capire la realtà e raggiungere la verità, senza altro interesse che l'amore per la verità stessa.

Non ci sono davvero molti Diogene di Sinope che sono arrivati ​​fino a noi perché non ha mai scritto. Ciò che è ancora passato attraverso i secoli fino alla nostra epoca, lo dobbiamo al suo discepolos. Soprattutto il suo omonimo, Diogene Laerzio, che ha compilato molti dei suoi insegnamenti.

"La saggezza serve come freno alla gioventù, conforto per il vecchio, ricchezza per i poveri e ornamento per i ricchi".

-Diogen of Sinope-

La caratteristica principale di questo filosofo, nato a Sinope come suggerisce il suo nome e famoso ad Atene, fu il suo enorme distacco. Amava la libertà sopra ogni altra cosa e non aveva paura di dire la verità ai potenti. Si diceva di lui che viveva in un barile e molti lo prendevano per un mendicante. Nel seguito e nell'articolo, condivideremo con voi alcune delle frasi più famose di Diogene, il cinico.

1. Informazioni sugli insulti

Una delle frasi di Diogene, il cinico, recita come segue: "Insultare disonora colui che lo infetta, non colui che lo riceveCiò significa che l'errore è spesso nella mente della persona offesa, e non nell'essere o nella natura della persona offesa.

Ciò nonostante il fatto che lo stesso Diogenes avesse usato frasi molto dure per modellare la sua verità. Tuttavia, la sua denuncia ha avuto più da fare con doppi standard e fallimenti etici solo con una persona in particolare. Non ha cercato di attaccare la persona, ma di mettere in discussione la sua posizione morale.

2. Informazioni sui licenziosi

Uno dei suoi discepoli, Ecaton di Rodi, scrisse una delle frasi di Diogene, il cinico, che avrebbe pronunciato più frequentemente. Dice "La compagnia dei corvi è preferibile a quella degli adulatori, perché divorano i morti e gli altri i vivi” .

Se c'era una cosa che questo filosofo odiava, erano gli adulatori. Divenne famoso per un episodio: Alessandro Magno lo cercò, attratto dal suo prestigio. È venuto da lui e gli ha detto che poteva chiedergli qualsiasi cosa. Diogenes gli ha chiesto di farsi da parte perché stava bloccando la luce del sole.

3. Sul distacco totale

Si dice che il Diogene di Sinope si fermò una volta per osservare un bambino che prese l'acqua con le sue mani e la bevve. Il filosofo aveva pochissime cose, ma aveva ancora una ciotola. Ma quando vide il bambino, disse, "Un bambino mi ha superato nella semplicità "e ha gettato la ciotola.

Un'altra volta, notò un altro bambino che prendeva il cibo su una foglia. Erano lenticchie e usava il pane come cucchiaio da mettere in bocca. Imitando lui, Diogene lasciò la sua ciotola e mangiò così da allora.

4. Sta per stare zitto e parlare

Questa è una delle frasi più famose di Diogene di Sinope, anche se non abbiamo certezze sulla sua paternità. Eccolo: "È tacendo che uno impara a sentire, è ascoltando che si impara a parlare; è nel parlare che impariamo a tacere” .

Anche se la frase non è di Diogene, corrisponde al suo pensiero. Ciò significa che la comunicazione è un processo complesso in cui l'ascolto è essenziale. È quello che consente, in primo luogo, di imparare a parlare. E saper parlare significa decantare, capire quando tacere.

5. A proposito di beneficenza e dei suoi interessi

La storia racconta che uno dei cittadini ateniesi, colpito dal grado di povertà in cui viveva Diogene, gli si avvicinò e gli chiese: "Perché le persone danno soldi ai mendicanti e non ai filosofi? “

Diogene pensò per un momento e rispose: "Perché pensano che un giorno potrebbero diventare disabili o ciechi, ma, filosofi, maiUn modo ingegnoso per dire che la carità è ispirata da un tipo di egoismo, che alimenta soprattutto l'aiuto ispirato dall'egoismo. Questa equazione non include le virtù, ma le mancanze, non include empatia, ma paura.

Ai tempi di Diogene, i filosofi erano molto apprezzati e avrebbe potuto vivere come un protetto della nobiltà, in mezzo al lusso e ai privilegi. Tuttavia, ha scelto di abbandonare tutto per raggiungere il massimo grado di autenticità. Proprio per questo motivo, lo ricordiamo migliaia di anni dopo.

Le 10 migliori frasi di Osho per riflettere

Ecco alcune citazioni del filosofo e pensatore indiano Osho che ti faranno pensare e ispirarti ogni giorno. Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: